logo

Comitato Gay e Lesbiche Prato

Benvenuta/o/*

Benvenuta/o/* nel sito del Comitato Gay e Lesbiche Prato

sidebar-text 3gay-pic

MERCOLEDI' 22 FEBBRAIO: A BOCCA APERTA

a-bocca-aperta
Orgolioso Antifascismo - Catania 2006

La Manifestazione di Catania in risposta al tentativo di bloccare ed impedire il Pride del 28 giugno proprio a Catania è stata un vero e reale successo !! Le/gli amiche/ci del Circolo catanese Open Mind hanno fatto sì che tante persone, non solo gay, lesbiche e trans, anche tantissimi/e eterosessuali manifestassero assieme per chiedere la fine della violenza neo-fascista contro la libertà, per denunciare l'omofobia e la transfobia, per chiedere gli stessi diritti per ognuno/a.

event1

"Pride" con un assemblamento non autorizzato. Contro la violenza politica fascista, contro la violenza contro gli omosessuali e contro gli stranieri sono arrivati a Catania i rappresentanti di oltre cento associazioni di tutta. Nel corso del corteo, che ha sfilato da piazza Roma fino a piazza Duomo, passando per via Tomaselli e via Etnea, l'Open Mind di Catania, tra i principali promotori dell'iniziativa, ha ribadito la necessità di modificare la legge Mancino in modo da prevedere i reati specifici contro gli omosessuali e da includere l'omofobia tra le aggravanti nella violenza.

event2

Siamo orgogliosi/e di aver preso parte a questo evento, la Sicilia non è così vicina e per la cittadinanza catanese e per le associazioni organizzatrici, oltre che per Open Mind è stato importante che fossimo con loro, presenti. Guardandoci sfilare ho sentito un ragazzino dire ad un amico:"Minchia ma quanti sono !!"

I cittadini e le cittadine di Catania hanno visto con i propri occhi che il problema delle nuove Destre e della loro violenza crescente riguarda tutti e tutte, non solo Catania o la Sicilia.

event3

Siamo stati/e colpiti/e inoltre dalla contaminazione che si è creata fra le diverse associazioni che hanno partecipato, non sempre l'omosessualità in ambienti di Sinistra è stata capita;, spesso in passato era vista solo come una dimensione "borghese". Abbiamo sentito un compagno di estrema Sinistra non giovanissimo affermare la necessità di avere pari diritti, parole sue: "matrimonio ed adozione per i gay, le lesbiche e quant'altro c'è !" Fa piacere sapere che ci sono tante persone che chiedono, con noi, la parità di diritti, che lottano come noi perché finiscano gli episodi di violenza e perché chi ha intenzione di far tornare il fascismo sia fermato. Questa volta nessun drappello di Forza Nuova ha disturbato il corteo e la speranza è che non accada mai più, esattamente come non deve succedere più che qualche vigliacco stupri una lesbica per punirla del suo essere lesbica, come è accaduto quest'estate a Torre del lago, che dei gay vengano picchiati come successo recentemente a Bologna. Pensiamo che da Catania sia partito un messaggio chiaro, il Movimento di gay, lesbiche e trans non tornerà indietro, non chinerà la testa, ma anzi funzionerà da catalizzatore e punto di aggregazione per tantissimi altri gruppi, movimenti ed associazioni che si battono contro il neofascismo, il razzismo, il maschilismo ed ogni forma di disuguaglianza e discriminazione.